• Sei in:
  • Home
  • Job Placement Area Studenti -Tirocinii extracurriculari

Tirocini extracurriculari

Job Placement/Area Studenti e Laureati

Informazioni Generali

ATTENZIONE: NUOVA NORMATIVA SUI TIROCINI

Il 28/12/2017 è entrata in vigore la Deliberazione della Giunta Regionale 22 dicembre 2017, n. 85-6277, che prevede, tra le principali novità, il divieto di attivare tirocini extracurriculari "in favore di professionisti abilitati all'esercizio di professioni regolamentate o ordinistiche per attività tipiche ovvero riservate alla professione" (art. 8, punto 9).

In queste pagine sono riportate le informazioni generali e viene indicata la procedura da seguire per attivare tirocini extracurriculari per laureati dei corsi di studio afferenti al Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco.

Il tirocinio formativo e di orientamento (EXTRACURRICULARE) ha la finalità di agevolare le scelte professionali e l'occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro mediante una esperienza formativa a diretto contatto con il mondo del lavoro.
Si differenzia dal tirocinio curriculare, in quanto non costituisce parte integrante del percorso universitario e non consente di conseguire crediti formativi universitari (CFU).

Alla luce della recente normativa, possono svolgere un tirocinio extracurriculare, attivato dall'Università di Torino, della durata massima di 6 mesi (proroghe comprese), soggetti che hanno conseguito da non più di 12 mesi:

  • laurea;
  • master universitari;
  • dottorati di ricerca.

Il tirocinio non costituisce un rapporto di lavoro dipendente. In base alla normativa, ai tirocinanti extracurriculari spetta un'indennità di partecipazione, il cui ammontare minimo è fissato dalle diverse normative regionali. Per i tirocini che si svolgono in Regione Piemonte, tale indennità è fissata in 300€ lordi, corrispondente all'impegno massimo di 20 ore settimanali. Tale importo è destinato ad aumentare proporzionalmente all'impegno del tirocinante fino ad arrivare a 600 € mensili nel caso in cui esso sia pari a 40 ore settimanali.

Le leggi regionali fissano un limite al numero di tirocinanti che un'azienda può ospitare contemporaneamente in proporzione al numero dei dipendenti.

Il tirocinante ha diritto ad una sospensione del tirocinio (in Regione Piemonte per maternità o paternità, chiusura collettiva di almeno 15 giorni, infortunio o malattia di durata pari o superiore ad un terzo del tirocinio). Il periodo di sospensione non concorre al computo della durata complessiva del tirocinio secondo i limiti massimi precedentemente indicati.
Il tirocinante può interrompere il tirocinio in qualsiasi momento, dandone comunicazione a tutti i soggetti coinvolti. Il tirocinio può essere interrotto dal soggetto ospitante o dal soggetto promotore in caso di gravi inadempienze da parte di uno dei soggetti coinvolti o in caso di impossibilità a conseguire gli obiettivi formativi del progetto; le motivazioni a sostegno dell'interruzione devono risultare da apposita relazione.

Normativa

Procedura di attivazione

Documenti

FAQ Tirocini

 

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:26
Campusnet Unito
Non cliccare qui!